Oggi ci discostiamo leggermente dalla cucina indiana per imparare un’altra tecnica importante per la preparazione dei piatti asiatici. Impariamo a cucinare in modo corretto gli spaghetti di riso ed abbinarli ad un contorno vegetariano. NOTA BENE questa tecnica può essere utilizzata per insaporire un riso a chicco lungo asiatico come il riso JASMINE creando lo stile “cantonese” ovvero potrete cucinarvi un ottimo riso cantonese vegetariano .

Per i consigli sulla cottura del riso asiatico clicca QUI

Dove acquistare il riso Jasmine QUI 

RICETTA x 4/5 porzioni :

300 gr di spaghetti/tagliolini di riso noodles

1 cipolla grossa tagliata a listarelle

1/4 di cavolfiore medio tagliato a pezzetti sottili ma non minuscoli

1 zucchina grossa tagliata a rondelle e poi la rondella in 4

2 carote tagliate a rondelle e poi la rondella in 4

1 bicchiere colmo di piselli surgelati

2 uova intere

olio e sale Q.B.

PROCEDIMENTO:

Preferibilmente partiamo con il soffritto mentre mettiamo sul fuoco la pentola dell’acqua senza sale…aggiungiamo in una padella antiaderente dell’olio di semi in buona quantità ed a fiamma alta rosoliamo prima la cipolla per 2 minutini per poi aggiungervi il cavolfiore le carote e le zucchine. Continuiamo il soffrittino fino a verdure tenere (saliamo in cottura le verdure) per ultimo aggiungeremo i piselli surgelati e una volta teneri anch’essi procediamo con le uova. Strapazziamo le uova (possibilmente in un angolo della pentola pulito dalle verdure per non creare l’effetto frittata alle verdure) e per ultimo aggiungiamo gli spaghetti precedentemente cotti e pronti all’utilizzo rosolandoli e mescolandoli insieme al “contorno” per circa 5/7 minuti.

COME PREPARARE GLI SPAGHETTI : In una pentola di acqua bollente bolliamo per 3 minuti gli spaghetti di riso assaggiandoli in modo da assicurarci che rimangano “al dente” (il gergo al dente per questi spaghetti si intende lasciarli leggermente gommosetti) . Una volta raggiunta la giusta consistenza passiamo subito a scolarli lavandoli ripetutamente con dell’acqua fredda e lasciandoli